Link & Commenti

Link utili

Half Ton Class Italia   www.halftonclassitalia.org

Halft Ton Class Europe www.halftonclass-europe.net

IOR Revival  www.iorrevival.com

Campionato Invernale Anzio Nettuno  www.invernaleanzionettuno.it

.

Commenti

Annunci

Responses

  1. Bravi! Lo Ziggurat 916 è una splendida barca,veloce,marina,sicura. E’ un HT di razza,che può ancora regalare molte soddisfazioni,con un rating IRC assai competitivo. Tra l’altro è molto bella da vedere in acqua,ha delle linee inconfondibili.
    Complimenti!

    Massimo Morasca Pres.HT-Italia

  2. lunga vita al prydwen!
    complimenti per il blog.
    quasi quasi ne facciamo uno pure per il pipito…
    ad maiora
    marco

  3. sono possessore di uno ziggurat 916 nome candida ormeggiato a palermo soc canottieri palermo..barca eccezionale

  4. Sono armatore di un 9.16 da un’anno…sto facendo lavori interminabili di manutenzione straordinaria : trattamento anti osmosi, pitturaz. opera morta, modifiche al rigging…e nutro molti dubbi sul motore Renault couach 16/D2 del 1979. Accetto consigli costruttivi (sto finendo il budget) e non posso cambiare il motore. Vado a vela da 30 anni ed ho portato tantissime imbarcazioni….ma devo dire che il 9.16 mi ha stupito positivamente x le sue doti veliche. Salutoni Paolo.

    • Ciao Paolo
      ti scrivo dopo 2 anni dal tuo post…
      stai combattendo ancora con il tuo 916?
      Mi puoi dare qualche consiglio, sono intenzionato ad acquistarne una…
      grazie
      Marco

    • ciao sono er felipe .. lo costruivo io il 916 mi occupavo di impianti e motore e piano di coperta- albero.. se posso aiutarti lo faccio volentieri…. se mi dici il nome della tua barca sicuramentemente la ricordo…

      • oramai mi manca da finire solo gli interni….sono diventato matto con delle infiltrazioni fra scafo e coperta e pure nel ragno strutturale della pinna…ma dopo quasi due anni di cantiere ora è completamente protetta da un trattamento anti-osmosi e da vari rinforzi in vtr. ovviamente ho sostituito il motore e rifatto la linea d’asse…..grazie lo stesso !

      • Ciao Er Felipe,
        Da 10 mesi sono un felice possessore di un 916, il vecchio proprietario non ne conosceva il nome ma è venuto a sapere, dopo, che forse il suo originale era CARLOTTA, nel frattempo lui l’aveva chiamata *la rossa*.
        E’ possibile che tu la conosca?
        Normalmente le barche escono dal cantiere già con il nome?
        Cosa ne pensi su quel che si dice che non si dovrebbe cambiare il nome ad una barca?
        Ti ringrazio se potrai darmi qualche info
        Pierluigi

  5. beh, oramai l’avrai già presa….in caso contrario mi trovi su ppalazzini@alice.it….e scusa x il ritardo ciao.

  6. Salve e complimenti per il blog, io sono un ammiratore dello Ziggurat e di Vallicelli e ho un’Avventura 703 a Cesenatico. Sono anch’io in cerca delle schede tecniche di queste barche, un saluto e a presto.

  7. Ciao a tutti amanti dello Ziggurat. Possiedo un 916 da circa 2 anni e, non essendo un esperto di vela, ho un grosso dubbio relativo alle “volanti”. Sapete dirmi se e da quanti nodi devono essere utilizzate necessariamente? Che rischi posso correre se non le utilizzo? Vi ringrazio e buon vento!

    • ciao francesco,
      per fortuna nello ziggurat le volanti non sono strutturali. servono per creare un arco nella parte alta dell’albero. questo conferisce una rigidità maggiore e una minore oscillazione. quindi l’uso delle volanti è legato all’altezza dell’onda che in gergo fa “pompare” la testa d’albero. questo comporta che le vele non portano nella maniera corretta e aumenta la forza che si scarica a piede d’albero. è ovvio che all’aumentare della forza del vento aumneterà anche l’altezza dell’onda. darti un limite di vento, sopra il quale è indispensabile l’utilizzo delle volanti, non è possibile. noi siamo di base ad anzio dove, in presenza di scirocco, l’onda è piuttosto ripida già a 15-18 nodi mentre il mare monta meno con 20-22 nodi di maestrale. la regola è: se l’albero oscilla in testa devi e sottolineo devi utilizzare le volanti.
      davide

  8. Ciao Davide, innanzitutto sei stato gentilissimo e ti ringrazio!
    Tutto chiaro su onde e condizioni da verificare (io mi trovo a Brindisi dove soffia spesso una potente tramontana/maestrale).
    2 cose ancora:
    1. quando dici “se l’albero oscilla” intendi in presenza di beccheggio?
    2. non basta tendere a dovere il paterazzo per inarcare l’albero in testa?
    Grazie mille!!ciao

    • ciao francesco,
      1) certo è il beccheggio che in gergo viene definito “l’albero pompa sull’onda”. non sempre è un effetto da evitare. sugli halfton come lo ziggurat 916, dotati di un grande genova e di una piccola randa, con onda e poco vento è necessario lascare un po il paterazzo e lascare la drizza del genova per permettere all’abero di pompare. questo aumenta la capacità della barca di uscire dal cavo dell’onda.
      2) se cazzi unicamente il paterazzo tutto l’albero tenderà ad andare indietro. se cazzi le volanti ed il paterazzo solo il terzo superiore dell’albero fletterà indietro mentre i 2/3 inferiori rimarranno dritti. l’effetto sull’albero sara maggione nel secondo caso piuttosto che nel primo.
      davide

    • ciao Francesco,
      da un anno ho anch’io un 916, non sono un tecnico ma da anni mi diverto ad andare a vela cercando di ottenere il meglio dalla barca senza però esagerare. Se ci sono 15 nodi non esco e basta, a meno che non sono già in mare. Cmq ti scrivo per un’altra ragione, ho letto che sei a Brindisi, sei a conoscenza di altri ziggurat a Brindisi?
      Io ci sono stato tutto lo scorso inverno poi mi sono trasferito a Gallipoli. Ti confesso che non mi dispiacerebbe se ci incontrassimo per qualche scambio info. Eventualmente piluk@libero.it
      ciao

  9. Ciao a tutti!
    Ho 916 Ziggurat in Montenegro con l’albero rotto. Puoi per favore lasciarmi sapere dove e come posso trovare un creatore di albero per ordinare uno.

    Grazie!

    Marjan Dimitrijevic

    • ciao marjan al momento non saprei aiutarti. ma ci informiamo e ti facciamo sapere al più presto.

    • per quanto riguarda gli alberi dello ziggurat, mi hanno segnalato la selden e la sparkaft. se vuoi altre informazioni puoi contattare lo staff del cantiere Nautilus Marina di fiumicino con cui ho parlato direttamente. http://www.nautilusmarina.it/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: